Archive for aprile 2008

guerriglia per il cinema/bando e iscrizioni

aprile 28, 2008

La scadenza per la consegna dei progetti è il 23 maggio, il 5 giugno a Pesaro sarà comunicato il progetto vincitore della borsa di studio di 500 euro offerto dalla Mostra del Nuovo Cinema per una campagna di comunicazione non convenzionale (scarica bando: bando_cinema1).
I progetti dovranno essere consegnati presso il corso di laurea (ufficio tutor) in Vle Trieste 296, Pesaro, corredati da una scheda di progetto che illustri e argomenti la proposta, con budget di realizzazione (nei limiti indicati sul bando).
I criteri che la commissione valutatrice considererà per la scelta del progetto vincitore sono i seguenti:
– originalità del progetto di comunicazione;
– pertinenza con il target (giovani) e con l’evento da promuovere (Mostra Nuovo Cinema Pesaro);
– realizzabilità (anche in riferimento al budget ipotetico di 300 euro).
I partecipanti (singoli o gruppi) che non si sono già iscritti sono pregati di farlo a commento di questo post.

Annunci

la seconda vita di Cpo

aprile 24, 2008

Evidentemente non ce ne basta una.

Non ci riferiamo alla riforma universitaria, al passaggio alle lauree magistrali, no no. La laurea specialistica Cpo intensifica la sua esperienza in Second Life, iniziata con il riuscitissimo corso sulle culture partecipative di Giovanni Boccia Artieri ad unAcademy, che è riuscito nell’impresa di far fare i compiti a casa non solo agli studenti, ma anche a colleghi docenti e a stimati professionisti nel campo della pubblicità e dei media (per gli interessati: slide delle lezioni e degli homeworks scaricabili qui.
Ora è Fabio Fornasari che nell’ambito del suo corso a Cpo di Storia del design contemporaneo “porta” gli studenti in Second Life per esplorare nuovi spazi di creatività. L’ha fatto anche martedì scorso, portando metaforicamente a Cpo la testimonianza in world di Velas, helper in Sl. Che scopro oggi avere anche una rubrica sulla rivista di Second Life Italia. Grazie Velas!

collegamento a Cpo da casa di Velascollegamento dalla Torre di Asian

boh!

aprile 22, 2008

“Il 23 aprile alle ore 15.00 nella sede di Pesaro Studi (sede di Cpo) si apre ufficialmente “BOH! – Imparare a costruire campagne pubblicitarie creative”, seminario/“contest” riservato agli studenti di Scienze della Comunicazione, Comunicazione Pubblicitaria e della laurea Specialistica CPO dell’Università di Urbino – Carlo Bo .

Il seminario – organizzato da Adm Com, agenzia di comunicazione integrata di Bologna, in collaborazione con i corsi di laurea in comunicazione della Facoltà di Sociologia dell’Università di Urbino e con Brand Equity di Pesaro – si propone di sviluppare un percorso di formazione rivolto agli studenti che prenderanno parte al progetto, e si concluderà con un confronto tra team di studenti che dovranno sviluppare con l’impiego delle tecniche e delle strategie comunicative più innovative una reale campagna di comunicazione a favore di prodotti/servizi gestiti da Adm Com.
I team riceveranno il “briefing” e parteciperanno a un seminario dove si affronteranno gli aspetti della pianificazione della campagna, della scelta dei mezzi, della creatività e della comunicazione innovativa.
Durante l’intervallo tra il briefing e la presentazione finale degli elaborati, inoltre, Adm Com metterà a disposizione dei partecipanti un servizio di “counseling” organizzato e gestito da Brand Equity per la messa a punto degli elaborati, consigli tecnici, informazioni.

I lavori – esaminati da un Comitato Scientifico composto da accademici, pubblicitari, operatori del settore – saranno presentati in una giornata dedicata: premio per il team vincitore è uno stage retribuito di 12 settimane presso l’agenzia Adm Com.”

Ci aspettiamo che gli studenti Cpo partecipino numerosi 🙂

guerriglia per il cinema/il brief

aprile 16, 2008

Gli studenti Cpo che sono interessati a partecipare al concorso per un’azione di guerriglia finalizzata a promuovere il Festival del Cinema di Pesaro tra i giovani sono pregati di intervenire al brief che si terrà mercoledì 23 aprile alle ore 13 presso la sede del corso di laurea, v.le Trieste 296.
Chi ha già deciso di partecipare al concorso è pregato anche di iscriversi qui (nei commenti).

Aggiornamento: a breve pubblichiamo il bando del concorso con tutte le istruzioni è pubblicato qui. Chi partecipa è pregato di iscriversi là, nel post dedicato a bando e iscrizioni. Ricordiamo che la scadenza per la presentazione dei progetti annunciata ieri è il 23 maggio 2008.

da Cpo a Sevilla (passando per Copenhagen)

aprile 14, 2008

Inauguriamo con Daniele lo spazio dedicato ai laureati Cpo, alle loro esperienze e alla strada che faranno nel mondo.

Mi chiamo Daniele Montemale, ho 24 anni e sono di Roma. Da poco più di un mese mi sono laureato al Cpo e in questo momento mi trovo all’aeroporto di Fiumicino. Sto per andare a vivere a Sevilla.. Tutto quello che mi è successo negli ultimi due anni lo rifarei ad occhi chiusi.
Ma partiamo con ordine.

Nel febbraio 2006 mi sono laureato in Scienze della comunicazione a Roma; a marzo mi sono trasferito a Pesaro dove avevo già una camera trovata in una trasferta di due giorni fatta a Gennaio. Camera pagata 260 euro al mese.. Pensavo fosse un affare ma mi sbagliavo.. a Roma i prezzi sono veramente esagerati in confronto con quelli di Pesaro.

Fin dai primi giorni il modo e la capacità di lezione sviluppata al CPO e in generale all’università di Urbino mi hanno colpito. Essere in una classe con trenta persone rispetto a 600 (la facoltà di Scienze della Comunicazione alla “Sapienza” è la più popolosa al mondo: 13500 studenti per 110 professori..) o interagire con i professori in un rapporto one to one, ha sicuramente giovato alla qualità dello studio.

Passare invece da una città di quattro milioni di persone ad una con qualche decina di migliaia ha avuto i suoi pro ma anche i suoi tanti contro. La bella stagione però non si è fatta attendere. Avere per facoltà un ex stabilimento balneare ed essere nelle vicinanze di Rimini e Riccione, hanno reso il mio soggiorno e quello dei miei colleghi veramente piacevole.

Mentre la stagione si faceva bella e gli esami stavano per arrivare, arrivò anche la grandiosa notizia di essere uno dei vincitori della borsa di studio Erasmus per Copenhagen. Allora non sapevo che un esperienza Erasmus ti cambia la vita facendotela vedere con occhi diversi, anche nel mondo lavorativo..

Negli ultimi giorni di luglio 2006 sono partito per Aarhus, seconda città danese e da lì sono poi arrivato ad Horsens per fare uno studio di lingua danese per tre settimane. Questo corso è una borsa di studio organizzata dall’UE che, non solo vi permette di studiare una lingua gratuitamente ma, in alcuni casi, è anche una borsa remunerativa (la mia era di 500 euro..). In queste tre settimana ho conosciuto anche alcuni dei miei migliori amici del mio soggiorno danese.

A fine settembre arrivo a Copenhagen dove con qualche difficoltà trovo casa. I corsi sarebbero iniziati a breve. Nel frattempo il mio inglese si perfezionava. Corsi in inglese e amicizie provenienti da ogni parte del globo hanno sviluppato e accresciuto la mia conoscenza della lingua, fondamentale per vivere oggi nel mondo. Nell’Ottobre 2006 ho poi trovato uno stage lavorativo a Goviral***, un’agenzia leader in Europa nel viral marketing. Questa esperienza, prolungata poi per un anno, ha di fatto costruito la mia esperienza lavorativa e mi ha incalanato in un settore nuovissimo, specie in Italia, dove tutto è ancora da scoprire e da costruire e con moltissimi sbocchi lavorativi.

Lavorare nel viral marketing mi ha permesso di conoscere un nuovo modo di lavorare. Per quel che mi riguarda significava anche gestirsi il proprio tempo. Si hanno delle deadline e ci si gestisce il tempo. Lavorando, volendo, anche da casa… Ciò significa che mi facevo la mia bellissima esperienza Erasmus con feste e divertimento full optional senza dimenticare lo studio ed i viaggi..

Il mio anno Erasmus è fondamentalmente volato ma mi ha caricato di una spinta emotiva su ogni campo. Dalla visione del mondo, al rapporto con le persone e le altre culture, alla professionalità lavorativa. Per quest’ultimo punto sono sicuro che uno studente, per maturare questa professionalità, debba necessariamente fare un’esperienza all’estero. E questo non solo gli studenti italiani, che spesso pensano all’estero solo come uno sbocco per scappare da un paese in stallo, ma anche per studenti di tutto il mondo. Per farvi un esempio, la maggior parte dei miei amici stranieri di 23 anni avevano già vissuto almeno in un altro paese..

Nel luglio 2007 sono tornato in Italia. Dopo una breve vacanza nel sud Italia ho terminato tutti gli esami a Settembre e sono poi partito a scrivere la mia tesi che già da circa un anno progettavo insieme al professor Giovanni Boccia Artieri.

La tesi si intitola “La rete virale: Viral marketing, buzz e word of mouth. Prospettive del social advertisement” ed è uno studio approfondito sul marketing non convenzionale e sulle sue potenzialità quantitative ma soprattutto qualitative. Perchè la comunicazione oggi è sinonimo di relazione..

Con questa tesi mi sono laureato con il massimo dei voti lo scorso febbraio. Nel frattempo ho lasciato Goviral e mi sono messo in proprio come Viralavatar (il nome viene dal mio blog). Sto iniziando ad avere i primi clienti nazionali ed internazionali. Sto aprendo, inoltre, una società di social media 2.0 con altre persone esperte nel settore: Socialware.

Torniamo da dove ero partito. Dall’aeroporto di Fiumicino. Bè allora perchè sono qui? Perchè posso vivere ovunque. E quindi me ne vado a Sevilla dove fra qualche giorno c’è la feria e poi Marocco e Portogallo. E poi ci sono due sevillani amici conosciuti durante l’Erasmus.
Mi basta il mio portatile (ma presto neanche quello quando il cloud computing sarà una realtà…) e una connessione wireless (aspettando il wi-max) e sono praticamente ovunque..
..ma tutto ciò lo faccio perchè quello che mi interessa veramente è semplicemente esplorare il mondo.

Daniele Montemale aka Viralavatar

partecipate alle conversazioni dal basso

aprile 10, 2008

Fatelo anche a maggio 2008.

Ritornano le ConversazioniDalBasso promosse dai corsi di laurea in Scienze della Comunicazione e in Pubblicità, con riflessioni e conversazioni sul rapporto tra social media e politica.

Lo spirito dal basso ha contagiato quest’anno anche la preparazione e l’organizzazione dell’evento: blog, spazio wiki, spazi sui vari social network da Myspace a Facebook, la presenza su Flickr e YouTube è stata realizzata grazie all’attiva e gioiosa 🙂 partecipazione degli studenti dei corsi in Scienze della comunicazione di Urbino, in Comunicazione pubblicitaria e di Cpo di Pesaro. Se siete curiosi cercate in rete le conversazionidalbasso…

Per l’iscrizione al workshop andate nella pagina wiki, per il programma e approfondimenti nel blog del workshop.

Metabrand

aprile 1, 2008

cosa succede a un brand che vuole cogliere la sfida del metaverso? a volte poco, a volte nulla. Se invece coglie le potenzialità di un mondo online come Second Life, può capitare che nasca un Metabrand. Un esempio di brand che ha saputo compiere questa trasformazione, pensando non a consumatori generici ma ai residenti nel mondo online e ai loro avatar sembra essere quello dell’Oreal con le sue skin, come ci ricorda RG qui.

lorealskin.jpg


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: