Cannes 2009. Le conclusioni.

by

Immag2152

Immag2177

Immag2164

Ho vissuto 8 giorni molto intensi. Trascorsi uno di seguito all’altro. Senza sosta. Giorni durante i quali ho capito quanto vasto sia il mondo della comunicazione e della pubblicità.

Figure professionali d’ogni tipo, provenienti dai 5 continenti si sono riversate quotidianamente all’interno del palais del Festival.

Con una metafora un po’ azzardata sembrava di ritrovarsi in Africa, vicino ad uno di quegli specchi d’acqua frequentati da tutti gli animali della savana. Leoni, certo, ma anche giraffe, ippopotami, ghepardi, antilopi e fenicotteri. Ognuno diverso dall’altro. Tutti, però, facenti parte di questo strano, affascinante ed eterogeneo mondo che è la comunicazione.

Tra mercì, pardon e caffè a 2 euro sono scorsi davvero veloci questi giorni sulla croisette. Ma hanno lasciato il segno. Dentro me e Antonio ma anche nella totalità dei partecipanti.

Le vittorie della campagna di Obama sia nella sezione Titanium che quella Integrated fanno pensare a come e quanto siano mutati i tempi. “Una vittoria destinata a cambiare per sempre la categoria” ha detto il presentatore degli  Award.” Una vittoria che è frutto di un progetto, di una visone che ha cambiato per sempre la Storia”, mi permetto di aggiungere io.

Volkswagen, Advertiser dell’anno.  Premio ben meritato, per la qualità delle campagne proposte.

La classifica delle agenzie dell’anno, invece, si tinge dei colori verde-oro brasiliani.

Dei primi tre classificati due provengono infatti dal paese della samba.

Categoria Film. Una delle più attese del Festival. Il Grand Prix se lo aggiudica la TRIBAL DDB AMSTERDAM con “Carousel”,  cliente Philips per il superbo uso della computer grafica applicata al cinema.

Bicchieri e biglietti da visita, dicono del festival i suoi più assidui frequentatori. Conoscenza ed opportunità dico io. Opportunità di vedere e toccare con mano un ambiente che, forse per la lontananza geografica del nostro corso dalle grandi capitali della comunicazione italiana, non ci è per nulla familiare. Ma che dovrebbe esserlo.

Ma non esistono solo le agenzie più grandi. Quelle che hanno la possibilità di ingaggiare le migliori case di produzioni mondiali, quelle che hanno i budget, i numeri e i premi.

C’è tutto un mondo fatto di professionisti della comunicazione “non convenzionale”, di chi riesce con budget minori, a raggiungere ottimi risultati.  Parlo di persone attente all’evoluzione della comunicazione “bottom up” , attente e addestrate all’uso dei nuovi media e dei linguaggi propri di questi ultimi.

La duplice vittoria della campagna di Obama, così ostentatamente “dal basso” deve far riflettere il mondo della comunicazione. Specie se la s’inserisce nel contesto di Cannes, fatto per l’appunto di agenzie globali e miliardarie.

Che i tempi siano cambiati è vero e anche giusto. Che la professione del pubblicitario quindi stia per scomparire, come sostiene qualcuno, invece non lo è, anzi.

L’eccellenza dei lavori che ho potuto vedere, che quasi trasudava dai manifesti, dagli spot radio e dai film esposti nei corridoi dei palais è innegabile.

La qualità del lavoro va preservata e solo i pubblicitari di professione possono fare questo. Tendo conto che oggi i consumatori, hanno la vera ultima parola (basti pensare al mercato UGC).

In conclusione posso parlare di un’esperienza veramente formativa, per la quale ringrazio i nostri docenti che ci hanno dato la possibilità di viverla.

Il prossimo anno saremo ai Young Lions? Ce la faremo? Di certo c’è solo l’obiettivo di esserci e concorrere all’edizione 2010. D’altro canto chi smette di sognare lentamente muore. Vedremo, per ora voglio ancora gustarmi l’atmosfera del festival, inebriante, come il profumo di burro che rimane sulle dita dopo aver mangiato un croissant in una delle patisserie della costa azzurra.

A&A

Annunci

Tag:

2 Risposte to “Cannes 2009. Le conclusioni.”

  1. Edoardo Says:

    chi c’è stato?

  2. Edoardo Says:

    chi c’è stato..?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: