Archive for luglio 2013

Esempi d’intraprendenza #2: i laureati Cpo al lavoro

luglio 30, 2013
Illustrazione di ©Matteo Ruisi

Michela vista da ©Matteo Ruisi

 
È forte la curiosità di sapere come e dove i  laureati Cpo hanno trovato lavoro dopo la laurea.
Qualcosa che smuove l’interesse di tutti gli studenti, sia che stiano per iniziare, che per finire il percorso di studi.
Cosa possiamo aspettarci?
Risponde Michela Ballardini, che ci guida dietro le quinte del suo lavoro, copywriter in Now Available.


Michela, puoi dirci in che anno ti sei laureata Cpo e con quale tesi?

Era il 2007. “Dal brief all’on-air: i 30” di Vanity Fair”, tesi in copywriting con il professor Marco Livi.

E dopo la laurea? Cosa hai pensato di fare?
Ho fatto lo stage in WLF (agenzia ATL di Brand Portal, Milano) mentre stavo ancora finendo di dare gli esami e di scrivere la tesi. Dopo WLF, ho finito la tesi e poi ho cominciato a lavorare in Publicis, Milano.

Come hai trovato il primo impiego nel settore della comunicazione?
Grazie ad un contatto del CPO.
(more…)

Esempi d’intraprendenza #1: i laureati Cpo al lavoro

luglio 23, 2013

ilaria-pillaiSpesso, le prospettive post-laurea, non sono del tutto chiare. E quando non è facile destreggiarsi nel mondo del lavoro, non si ricorre al parere di un amico o di un esperto? Così ci siamo rivolti a studenti Cpo degli scorsi anni, per sapere come sono approdati al primo impiego, di cosa si occupano e cosa hanno tratto dal percorso di studi.
Spunti e consigli su quello che accade dopo, ma che è importante sapere fin da subito.
Lo chiediamo a Ilaria Pillai, laureata Cpo, occupata in una web agency.

Ilaria, in che anno ti sei laureata, e con quale tesi?
Mi sono laureata nel 2009 con una tesi sul wedding planning “Wedding planner: l’ingrediente segreto per un matrimonio perfetto”, il mio relatore è stato il prof. Roberto Alessi.

E dopo la laurea, cosa è accaduto?
Sono tornata a Roma per cercare lavoro, non volevo fare ulteriori esperienze formative. Dopo un anno dalla laurea (settembre 2010) sono stata presa alla JWT di Roma per uno stage nel reparto account. La segnalazione mi è arrivata proprio dall’Università di Urbino.

(more…)

Le vincitrici del concorso guerriglia per Pesarofilmfestival 2013 raccontano

luglio 21, 2013

Siamo Doris, Celeste ed Agnese, abbiamo 23 anni e veniamo da Roma, Terni e Pescara. Proveniamo da università e percorsi di studi molto diversi, eppure fin dai primi esperimenti di questo corso di laurea, con l’aiuto e l’organizzazione dei nostri professori, abbiamo capito che le nostre diversità non avrebbero fatto altro che aumentarne la creatività e il divertimento. Accumunate dalla stessa passione per il cinema, abbiamo partecipato al primo incontro con i responsabili del Festival, dal quale ne siamo uscite con incertezze, ma tanta curiosità. Il tema “Fuori Norma” e il cinema Indipendente ci hanno fatto pensare fin da subito a molte cose, grandi ed elaborate. Forse talmente tanto da uscir fuori dal vero spirito della guerriglia.
Dopo le prime bozze e i primi progetti, abbiamo deciso di porre al centro della scena le persone e i cittadini di Pesaro e cosa avrebbero detto del Cinema Fuori Norma. Abbiamo pensato pensato e pensato e anche grazie all’aiuto dei nostri professori e alla partecipe disponibilità del Professor Livi, ci siamo chiesti: “E se domandassimo alle persone di pensare?” In un attimo abbiamo immaginato i pensieri e le riflessioni della gente sparsi per la città e che questi potessero essere letti in qualsiasi momento dai propri autori e da tutti gli altri. Ci servivano dei mezzi semplici e creativi per i partecipanti. E noi i nostri mezzi li abbiamo trovati nella carta e nella strada. Fissare le parole di tutti su carta e per le strade per portare le persone al Festival o almeno per accorciarne le distanze. E’ nata così l’idea degli sticker e che questi potessero creare un vero e proprio percorso stradale per i principali punti del Festival.
IMG_0978
Abbiamo impiegato due settimane e tutte le risorse possibili per trovare i materiali adatti, abbiamo setacciato cartolibrerie e tipografie della città e dintorni, avevamo tester ovunque, dovevamo trovarli bianchi, pratici e che potessero resistere agli agenti atmosferici. Fino a trovare la soluzione in una ferramenta. Il primo giorno di Guerrilla è stato un esperimento condiviso: io, Celeste ed Agnese siamo state affiancate dal Professor Livi e dai molti amici e compagni di università. Eravamo armate di sticker, brochure con le info del contest e pennarelli e ci domandavamo come iniziare, come convincere le persone e cosa dirgli. Fissato il cartello di start, ho rotto il ghiaccio con il primo sticker; abbiamo iniziato a fermare i passanti, i ragazzi del liceo, dell’università, adulti e persone di altri paesi. Fin da subito la risposta è stata molto positiva, le persone che fermavano erano incuriosite dai quadrati bianchi che irrompevano sulla via principale di Pesaro ed erano spinti a partecipare dalla facilità del compito. Poi alcuni hanno iniziato a fermarsi spontaneamente e a chiederci cosa pensavamo della loro parola e se avessero potuto metterla, come se avessero timore che fosse troppo personale; eravamo riuscite nel nostro intento! Il serpente di sticker cresceva a vista d’occhio, ma io e le mie compagne guerrillere abbiamo dovuto affrontare un grosso nemico: fin dalla seconda giornata di lavoro il brutto tempo e la continua pioggia hanno spazzato via tutte le nostre parole. Ma le nostre parole erano già state tutte fotografate e postate online; una giornata di sole è bastata ad asciugare la strada e a ricominciare. Abbiamo riniziato e nel giro di pochissimo abbiamo percorso e tracciato metri e metri di parole “Fuori Norma”, la curiosità delle persone aumentava e con loro riflessioni e pensieri personali, politici, universali e sul cinema.
20130701_232255
Queste hanno contribuito ad arricchire ancor di più l’esperienza della Guerrilla resa possibile dalle mie compagne Andrea Celeste Francesconi e Agnese Di Giovanni, dall’attenta e quotidiana disponibilità del Professor Marco Livi, dal supporto e l’incoraggiamento della Professoressa Roberta Bartoletti, da tutta l’organizzazione del Festival del Cinema di Pesaro, dal responsabile organizzativo Cristian Della Chiara e da tutti i nostri amici del Cpo.
Doris Pesce

980273_10201450695618454_2059356829_o
Le vincitrici con Marco Livi, art director de la COLONIA della comunicazione


Il video realizzato da A. Celeste Francesconi

insight sul futuro: testimonianze dei laureati Cpo

luglio 16, 2013

Il 16 luglio si sono aperte le iscrizioni ai corsi di laurea dell’Università di Urbino per il 20013-2014, anche per la laurea magistrale Cpo.
Abbiamo concluso il primo decennio del nostro corso di laurea, già festeggiato con due importanti convegni – Futuri creativi e Rendere conto e condividere, e abbiamo pensato che il miglior servizio che potevamo fare per i nostri futuri studenti fosse quello di offrire loro degli elementi di orientamento sul futuro, a partire da squarci di esperienza di laureati nella nostra magistrale, oggi occupati in diversi ambiti della comunicazione, in diverse città italiane.
Scegliere una laura magistrale significa immaginarsi in qualche modo nel futuro, nel mondo del lavoro e delle professioni, cosa può essere più utile se non lo specchio dell’esperienza dei propri pari, di altri studenti che hanno fatto il percorso e ci restituiscono il loro sguardo, da un futuro che è già arrivato?
Queste testimonianze sono utili per i futuri studenti Cpo, ma anche per gli studenti attuali – e per noi, che possiamo avere elementi per il miglioramento continuo del corso di studi.
Lasciatemi dire che sono utili anche per testimoniare il valore della formazione, di una buona formazione, in un periodo in cui troppo spesso vediamo svalutati gli studi universitari, in modo superficiale e forse anche un po’ doloso. Crediamo invece che gli studi facciano bene all’occupazione giovanile, soprattutto a una buona occupazione.
Abbiamo già restituito e commentato i dati quantitativi sui buoni, ottimi risultati occupazionali dei nostri laureati, a un anno dalla laurea. Abbiamo voluto guardare più in profondità e farci raccontare le esperienze, dalla laurea al primo impiego, capire cosa fanno effettivamente i laureati Cpo, come valutano il loro percorso di studi, che consigli danno a chi si accinge ora a iniziare Cpo. Con le loro stesse parole.

Le interviste saranno pubblicate sul blog, ogni martedì a partire dal 23 luglio 2013, grazie al lavoro della nostra tutor dell’orientamento, Fabia Vaselli.
Inizieremo da Ilaria, che lavora a Roma, dove è tornata dopo la laurea a Cpo.

tempi duri, anche per le marchese

luglio 13, 2013

guardate un po’ cosa capita alla nostra nuova amica, non ci sono più i gentiluomini di una volta!

non se lo merita proprio, voi non vi comporterete certo così male con la marchesa Vittoria, verooo??? quindi domani, 14 luglio, tutti cortesi con la marchesa, che si aggirerà per le vie di Pesaro chiedendo supporto ai passanti per…

una marchesa si aggira… (anzi tre)

luglio 10, 2013

… per le strade di Pesaro.
Sembra sperduta, sorpresa, disadattata – ma se la seguite vedrete che non lo è.

Sta cercando la strada di casa, la sua casa di famiglia. Dove oggi sono ospitati i Nuovi musei civici di Pesaro, che inaugureranno la loro nuova veste il prossimo 14 luglio.

1006257_141718729367797_1731415584_n

La marchesa Vittoria Mosca, le sue gesta, bronci, appuntamenti galanti, battute… sono il risultato del lavoro creativo del gruppo di studenti Cpo vincitori del bando di concorso promosso dal Comune di Pesaro, settore Cultura, e da Sistema Museo, per la promozione dei nuovi musei civici.

L’obiettivo della campagna non convenzionale, integrata con la comunicazione istituzionale dei Nuovi musei, è quello di riavvicinare i cittadini pesaresi al loro museo, di farlo sentire come una nuova casa, pronta ad accoglierli con le sue bellezze in parte ancora da scoprire. La marchesa domenica 14 luglio sarà in città per chiedere una mano a ritrovare la sua casa, il suo museo, la casa dei pesaresi, il loro (rinnovato) museo.

Chiedete l’amicizia alla marchesa, viene da altri tempi ma sta imparando a usare i social cosi.

Schermata 07-2456484 alle 16.24.47

Progetto e realizzazione di Alessandro Pedini Andrea Biolcatti Giovanna Bottino, per la COLONIA della comunicazione, Cpo Uniurb.

1069158_141765482696455_742673349_n

Aggiornamento:
la marchesa rimbalza sui vari media:
il mattino.it, 10 luglio 2013
Il messaggero, 10 luglio 2013
UniurbPost, 11 luglio 2013

che laurea triennale occorre per accedere a Cpo?

luglio 4, 2013

L’accesso a una laurea magistrale richiede un percorso di studi triennale affine.
Nel caso di Cpo, l’accesso diretto è dalle lauree triennali o quinquennali in Scienze della comunicazione (L14, L20 o lauree vecchio ordinamento), ma anche altri laureati possono accedere se possiedono i cosiddetti “requisiti curricolari”, ossia se hanno sostenuto un numero sufficiente di esami (70 cfu) nelle discipline che si ritengono di base per un percorso magistrale nella comunicazione pubblicitaria.
Solitamente lauree in sociologia, economia, filosofia, lingue e lettere moderne possono accedere, se i laureati hanno seguito curricola più pertinenti alle scienze della comunicazione.

I requisiti necessari per l’accesso a Cpo sono contenuti nel “Regolamento didattico”, che trovate per esteso qui, ma per semplicità ecco in sintesi quel che riguarda il calcolo dei requisiti di accesso. Se avete dei dubbi scriveteci e vi aiuteremo a valutare la vostra situazione: roberta.bartoletti@uniurb.it.

Per accedere alla laurea magistrale Cpo occorre un numero minimo di 70 cfu nei seguenti SSD, di cui almeno 4 cfu per lingua inglese:

INF/01 INFORMATICA
ICAR/17 DISEGNO
ING-INF/03 TELECOMUNICAZIONI
ING-INF/05 SISTEMI DI ELABORAZIONE DELLE INFORMAZIONI
L-ART/04 MUSEOLOGIA E CRITICA ARTISTICA E DEL RESTAURO
L-ART/05 DISCIPLINE DELLO SPETTACOLO
L-ART/06 CINEMA, FOTOGRAFIA E TELEVISIONE
L-ART/07 MUSICOLOGIA E STORIA DELLA MUSICA
L-FIL-LET/10 LETTERATURA ITALIANA
L-FIL-LET/11 LETTERATURA ITALIANA CONTEMPORANEA
L-FIL-LET/12 LINGUISTICA ITALIANA
L-FIL-LET/13 FILOLOGIA DELLA LETTERATURA ITALIANA
L-FIL-LET/14 CRITICA LETTERARIA E LETTERATURE COMPARATE
L-LIN/01 GLOTTOLOGIA E LINGUISTICA
L-LIN/12 LINGUA E TRADUZIONE – LINGUA INGLESE
L-LIN/04 LINGUA E TRADUZIONE – LINGUA FRANCESE
M-STO/04 STORIA CONTEMPORANEA
M-DEA/01 DISCIPLINE DEMOETNOANTROPOLOGICHE
M-FIL/01 FILOSOFIA TEORETICA
M-FIL/02 LOGICA E FILOSOFIA DELLA SCIENZA
M-FIL/03 FILOSOFIA MORALE
M-FIL/04 ESTETICA
M-FIL/05 FILOSOFIA E TEORIA DEI LINGUAGGI
M-PED/01 PEDAGOGIA GENERALE E SOCIALE
M-PED/03 DIDATTICA E PEDAGOGIA SPECIALE
M-PED/04 PEDAGOGIA SPERIMENTALE
M-PSI/01 PSICOLOGIA GENERALE
M-PSI/05 PSICOLOGIA SOCIALE
M-PSI/06 PSICOLOGIA DEL LAVORO E DELLE ORGANIZZAZIONI
IUS/01 DIRITTO PRIVATO
IUS/02 DIRITTO PRIVATO COMPARATO
IUS/04 DIRITTO COMMERCIALE
IUS/05 DIRITTO DELL’ECONOMIA
IUS/09 ISTITUZIONI DI DIRITTO PUBBLICO
IUS/10 DIRITTO AMMINISTRATIVO
IUS/14 DIRITTO DELL’UNIONE EUROPEA
IUS/20 FILOSOFIA DEL DIRITTO
IUS/21 DIRITTO PUBBLICO COMPARATO
SECS-P/01 ECONOMIA POLITICA
SECS P/02 POLITICA ECONOMICA
SECS-P/06 ECONOMIA APPLICATA
SECS-P/07 ECONOMIA AZIENDALE
SECS-P/08 ECONOMIA E GESTIONE DELLE IMPRESE
SECS-P/10 ORGANIZZAZIONE AZIENDALE
SECS-S/01 STATISTICA
SECS-S/04 DEMOGRAFIA
SECS-S/05 STATISTICA SOCIALE
SPS/01 FILOSOFIA POLITICA
SPS/02 STORIA DELLE DOTTRINE POLITICHE
SPS/04 SCIENZA POLITICA
SPS/07 SOCIOLOGIA GENERALE
SPS/08 SOCIOLOGIA DEI PROCESSI CULTURALI E COMUNICATIVI
SPS/09 SOCIOLOGIA DEI PROCESSI ECONOMICI E DEL LAVORO
SPS/10 SOCIOLOGIA DELL’AMBIENTE E DEL TERRITORIO
SPS/11 SOCIOLOGIA DEI FENOMENI POLITICI
SPS/12 SOCIOLOGIA GIURIDICA, DELLA DEVIANZA E MUTAMENTO SOCIALE


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: