Archive for giugno 2014

Il lavoro dei laureati Cpo: sempre sopra la media

giugno 19, 2014

L’indagine AlmaLaurea sulla condizione occupazionale dei laureati conferma anche per il 2013 risultati migliori per i laureati Cpo rispetto alla media nazionale.

Premessa: dal 2010 i laureati dell’Università di Urbino sono monitorati dal sistema di AlmaLaurea: abbiamo informazioni sulla condizione occupazionale e sul profilo dei laureati della nostra magistrale sia a un anno che a 3 anni dalla laurea (questo secondo dato per la prima volta). I dati sui laureati Cpo sono disponibili pubblicamente sul sito AlmaLaurea e sono comparabili con i risultati ottenuti in media dai laureati italiani nella stessa classe di laurea.

I risultati in sintesi: riscontriamo  tre dati positivi per i laureati Cpo:

–       rispetto alla media nazionale, i laureati CPO confermano un dato già rilevato in passato: sono occupati già a un anno dalla laurea in percentuale maggiore rispetto alla media nazionale (+10,2%) e sono minori i disoccupati rispetto alla media nazionale (- 14,7) (def. Istat “Forze di lavoro”)

–       la percentuale dei laureati Cpo che si dichiarano in cerca di occupazione a un anno dalla laurea è in calo continuo dal 2010 (è scesa dal 33,3% del 2010 al 23,7% del 2013) ed è solo in parte compensato dalla maggiore percentuale di chi non lavora e non cerca ( + 5% rispetto alla media nazionale nel 2013)

–       a tre anni dalla laurea tutti i laureati Cpo intervistati sono occupati (100% contro la media nazionale dell’83,2%) (def. Istat “Forze di lavoro”)

Rileviamo due dati negativi, uno di valenza nazionale:

–       mentre nel 2012 si era rilevata una ripresa del tasso di occupazione dei laureati della classe, nel 2013 si torna su trend e valori più omogenei rispetto agli anni precedenti, e si registra un calo generalizzato dell’occupazione, anche se il calo è minore per i nostri laureati

Un dato negativo di valenza locale:

Nel 2013 i laureati Cpo che non lavorano e non cercano, e non sono occupati in studio o praticantato, sono il 10,5% contro il 5% medio nazionale, segnando un’inversione di tendenza rispetto agli anni precedenti. Cercheremo di monitorare questa variabile.


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: