Archivio dell'autore

La didattica del primo semestre 2020

settembre 9, 2020

Come annunciato a luglio, da settembre torniamo fisicamente in aula con la didattica dei nostri corsi.

Ecco alcune precisazioni sulle modalità di erogazione della didattica e di accesso alle lezioni in presenza, in particolare per la LM Cpo che prevede l’obbligo di frequenza.

Le scelte del corso di laurea si inseriscono nel quadro disegnato dalle Linee guida di Ateneo, aggiornate venerdì 4 settembre sulla pagina , che raccomandiamo di consultare: https://www.uniurb.it/coronavirus

  1. Modalità di erogazione della didattica

Tutti gli insegnamenti della Laurea magistrale CPO saranno svolti in aula, integralmente o parzialmente, e durante la lezioni in aula il docente sarà collegato alla piattaforma in modo che gli studenti possano frequentare a distanza in diretta. Di norma le lezioni non saranno registrate per una fruizione asincrona.

Nel rispetto delle norme sul distanziamento fisico, l’accesso alle lezioni sarà possibile solo tramite prenotazione via internet o APP (le istruzioni per l’utilizzo verranno pubblicate online). Nel caso il numero di prenotazioni sia superiore alle disponibilità dell’aula, verrà richiesto agli studenti che non sono riusciti a prenotare di seguire la lezione online. A questi studenti sarà consentita la priorità di prenotazione per la lezione successiva.

Le attività laboratoriali, le esercitazioni e altre attività esperienziali, parte integrante e imprescindibile di una formazione di qualità, verranno svolte in presenza nel pieno rispetto delle norme di sicurezza, e comunque con il supporto della piattaforma Moodle.

  1. Accesso alle strutture universitarie da parte degli studenti

L’accesso alle strutture universitarie è consentito solo agli studenti muniti di prenotazione per la partecipazione alle lezioni o per l’accesso alle biblioteche. L’accesso è inoltre consentito alle laureande e ai laureandi che avranno fissato preventivamente un appuntamento con il docente. Tutti gli altri colloqui con i docenti si svolgeranno on-line.

Chi sono quindi gli studenti frequentanti a CPO?

La laurea magistrale prevede la frequenza obbligatoria, per motivi legati agli obiettivi formativi professionalizzanti del corso di laurea. Visto il perdurare della fase di convivenza con il virus e il persistere delle norme sul distanziamento fisico, per la magistrale saranno considerati studenti frequentanti quelli che seguiranno gli insegnamenti del primo semestre in modo sincrono, siano essi in presenza in aula o a distanza tramite Blackboard Collaborate sulla piattaforma Moodle di Ateneo. Il corso di laurea consiglia di garantire una frequenza in aula, ove possibile, che sarà probabilmente soggetta a turnazioni, ma sarà consentito ancora per il primo semestre di frequentare online, a fronte di possibili difficoltà di frequenza in presenza da parte di studenti provenienti da altre regioni in cui potrebbero essere poste delle restrizioni alla mobilità, o per venire incontro a problemi familiari o di salute degli studenti. Questa declinazione delle regole di frequenza nella fase di convivenza del virus è ad oggi limitata al primo semestre, e potrà rientrare se si uscirà dalla fase di emergenza epidemiologica.

Permangono le percentuali di frequenza minima stabilite nelle schede di insegnamento del corso di laurea.

Pronti per iniziare?

settembre 2, 2020

Le lezioni degli insegnamenti del primo semestre inizieranno lunedì 5 ottobre per il primo anno della LM Cpo e giovedì 24 settembre per il secondo anno, e saranno concentrate in blocchi di giornate consecutive.

Le lezioni sono programmate in presenza nella sede di via Saffi 15, e sarà garantita la possibilità di frequentare anche da remoto, tramite la piattaforma Moodle.

Si ricorda che per gli studenti full time la frequenza è obbligatoria.

Gli orari delle lezioni saranno pubblicati a breve sul sito del Corso di laurea https://www.uniurb.it/corsi/1755830/bacheca-avvisi/3743

La didattica della Scuola di scienze della comunicazione per il 2020-2021

luglio 14, 2020

Dopo l’emergenza e la sperimentazione della didattica a distanza, l’Ateneo di Urbino e la Scuola di Scienze della comunicazione hanno deciso di tornare in aula da settembre 2020.

Torniamo in aula perché crediamo che il rapporto diretto tra docenti e studenti sia irrinunciabile e insostituibile per la crescita consapevole di una comunità di apprendimento e di relazioni.

Torneremo in aula in sicurezza, adottando misure di tutela della salute, a vantaggio di tutti gli studenti e della comunità allargata di docenti e lavoratori dell’Università. Sperimenteremo nuove modalità di uso degli spazi e nuove modalità di frequenza delle attività formative, nell’ambito di un modello blended, misto, di combinazioni variabili di presenza e distanza. Torniamo in aula a settembre cambiati perché abbiamo acquisito una maggiore conoscenza e consapevolezza degli strumenti digitali grazie alla sperimentazione fatta da marzo ad oggi, nell’ambito della piattaforma Moodle di Ateneo.

IMP

  • corsi blended: con possibilità di frequenza in presenza e online.
  • per classi numerose la frequenza in presenza sarà gestita con sistemi di turnazione
  • i laboratori verranno gestiti in presenza per sottogruppi di classe, alternati con supporto a distanza per lo svolgimento dei progetti

Il ritorno in aula a settembre è motivato in modo particolare dalla volontà di consentire alle matricole di vivere pienamente la loro prima esperienza di studenti universitari, e di compiere adeguatamente un rito di passaggio dalla scuola superiore all’Università che è un importante passo verso l’età adulta.

Per garantire la salute e la sicurezza degli studenti e dei docenti gli insegnamenti saranno offerti contemporaneamente in presenza e online, in aula e sulla piattaforma della didattica a distanza di Ateneo. Ove la elevata numerosità degli studenti iscritti lo renda necessario, saranno previste turnazioni che garantiranno a tutti gli studenti che vogliono frequentare di partecipare a una quota rilevante delle lezioni in presenza, mentre sarà garantita comunque e sempre l’accessibilità delle lezioni a distanza. Questo sarà consentito anche grazie a un’estensione dell’orario delle lezioni, nell’arco della giornata e della settimana, per offrire maggiori possibilità di frequenza in presenza a tutti.

Per i laboratori, offerti in piano di studi fin dal primo anno di corso, in caso di classi numerose l’attività formativa interattiva sarà realizzata in presenza per sottogruppi di classe, alternati, con supporto a distanza per lo svolgimento dei progetti.

CPO

  • corsi blended: frequenza in presenza e supporto online
  • per classi numerose la frequenza in presenza sarà gestita con sistemi di turnazione
  • laboratori e percorsi laboratoriali degli insegnamenti teorici: in presenza per sottogruppi di classe, alternati con supporto a distanza per lo svolgimento dei progett

Il ritorno in aula a settembre è motivato in modo particolare dalla volontà di consentire agli iscritti al primo anno delle lauree magistrali di essere socializzati a un nuovo ambiente universitario e a un percorso formativo avanzato che li prepari al mondo del lavoro e delle professioni, e di dare un’offerta coerente con il forte carattere professionalizzante del corso di laurea, che prevede non per caso l’obbligo di frequenza.

Per garantire la salute e la sicurezza, di tutti gli studenti e docenti, gli insegnamenti saranno offerti contemporaneamente in presenza e online, in aula e sulla piattaforma della didattica a distanza di Ateneo. Ove la elevata numerosità degli studenti iscritti lo renda necessario, saranno previste turnazioni che garantiranno a tutti gli studenti per cui è previsto l’obbligo di frequenza di partecipare a una quota rilevante delle lezioni in presenza, mentre sarà garantita comunque l’accessiblità delle lezioni e un supporto a distanza. Questo sarà garantito anche grazie a un’estensione dell’orario delle lezioni, nell’arco della giornata e della settimana, per offrire maggiori possibilità di frequenza a tutti.

Per i corsi laboratoriali e le parti laboratoriali degli insegnamenti teorici l’attività formativa interattiva sarà realizzata in presenza per sottogruppi di classe, alternati, con supporto a distanza per lo svolgimento dei progetti.

CPO in tempo di Covid19, e oltre

maggio 14, 2020

L’emergenza ha colpito anche il corso di laurea Cpo, che ha reagito approntando già da inizio marzo 2020 la didattica a distanza, con le lezioni e i laboratori realizzati nella piattaforma di elearning di Ateneo. Siamo riusciti a realizzare a distanza anche il brief e le revisioni del contest della COLONIA della comunicazione per la promozione di un’inedita edizione del Fano Jazz Festival 2020.

La prossima settimana iniziano gli esami, che si terranno a distanza, con un prolungamento della sessione estiva fino al 15 luglio per dare più tempo agli studenti di prepararsi, e a inizio luglio si terranno le sedute di laurea, sempre a distanza. E’ recente la notizia della possibilità di riprendere in smart working i tirocini curricolari, e seguiremo l’evoluzione della situazione regionale e nazionale per favorire ulteriori progressi.

A luglio partiranno gli Open Day di informazione e orientamento della magistrale, con tre appuntamenti usuali – a luglio, agosto e settembre, sempre a distanza per venire incontro ai futuri studenti che potranno seguire gli incontri dalle regioni in cui vivono.

La fase due in cui le attività didattiche saranno erogate a distanza si conclude a fine agosto, e da settembre dovremo sperimentare una terza fase, che è in corso di progettazione. Vi terremo aggiornati, stiamo cercando in Ateneo le soluzioni migliori, ma da oggi vi possiamo assicurare che noi ci saremo, e che assicureremo tutte le nostre attività anche in remoto.

Le opinioni degli studenti

ottobre 1, 2019

Riportiamo di seguito quanto è emerso dalla valutazione che hanno fatto gli studenti Cpo degli insegnamenti erogati nel 2017-2018, attraverso la compilazione del questionario online che è disponibile a circa 2/3 delle lezioni e che deve essere in ogni caso compilato dai singoli prima di potersi iscrivere all’esame. Riportiamo quanto è stato rendicontato nella Scheda Unica del Corso:

Le opinioni degli studenti relative all’efficacia dei singoli insegnamenti e del percorso di studi nel suo complesso relativamente all’Anno Accademico 2017/2018 (estrazione delle informazioni al 31/01/2019) sono state rilevate attraverso la compilazione di 611 unità, di cui il 8.5% classificato come non frequentante.
Poiché si considera come soddisfacente una valutazione pari o superiore al 7, non si presenta nessuna criticità rispetto al dato aggregato. L’analisi disaggregata per singolo insegnamento rileva come ci sia un insegnamento con un valore anomalo unicamente rispetto alle conoscenze preliminarmente possedute, un insegnamento con valori anomali relativi al carico didattico e alla disponibilità del docente per chiarimenti e spiegazioni e un insegnamento con valori inferiori a 7 rispetto a varie voci, ma non in modo grave (si tratta di valori comunque vicini o superiori a 6).
Scendendo nello specifico delle voci, quella maggiormente apprezzata riguarda il rispetto degli orari programmati per le attività didattiche (voce DOC. 05, punteggio 8.35) laddove l’aspetto meno premiato riguarda il possesso delle conoscenze preliminari funzionali alla comprensione del corso (voce INS. 01, punteggio 7.24). Tra le voci collocate internamente segnaliamo, in ordine ascendente di punteggio, la valutazione del carico di studio (voce INS. 02, punteggio 7.47) e lo stimolo fornito dal Docente (voce DOC. 06, punteggio 7.84). Laddove possibile, il confronto tra frequentanti e non mostra, per questi ultimi, un livello di soddisfazione sostanzialmente equivalente o addirittura più alto.
La valutazione dello stage obbligatorio è tratta dalle schede compilate dagli studenti a conclusione dell’esperienza (anno solare 2018, n. 56 questionari compilati su 56 stage). Nessuno degli studenti giudica insoddisfacente il rapporto di stage con l’azienda/ente ospitante, e nel complesso le valutazioni sono molto positive: il 23,2% lo giudica molto utile il 64,3% positivo e costruttivo, il 8,9% soddisfacente.

In allegato il Report con i grafici sui dati aggregati per Corso di Studi.

Per quanto riguarda l’analisi disaggregata per singoli insegnamenti, dei 16 insegnamenti rilevati, per 6 corsi su 16 ci sono alcuni singoli indicatori che presentano valori significativamente inferiori alla media, seppur non necessariamente insufficienti, per i quali sono state concordate azioni con i docenti.

Se si considera l’indicatore “Sei complessivamente soddisfatto di questo insegnamento?” (INS5), il valore medio del corso di studi Cpo è 8,1, mentre i valori dei singoli insegnamenti sono compresi tra un minimo di 6,38 e un massimo di 9,5, e solo due insegnamenti su 16 non raggiungono il valore soglia di 7.

Open Day Cpo 2019

giugno 29, 2019
Gli open day della laurea magistrale Cpo per l’anno accademico 2019-2020 si svolgeranno nelle seguenti giornate e orari:
18 luglio – h. 12-14
7 agosto – h. 12-14
11 settembre – h. 12 – 14
Per partecipare occorre iscriversi online sul sito di ateneo nella pagina dedicata all’open day

Cpo vince Socially correct!

giugno 24, 2019

Abbiamo appreso con grande soddisfazione che Alessandro Bongermino e Chiara Fasolino, studenti Cpo che hanno partecipato alla 12° edizione del CONCORSO SOCIALLY CORRECT 2019

“L’AZZARDOPATIA – QUANDO IN GIOCO C’E’ LA VITA”

sono vincitori!

La loro campagna per il Ministero della Salute, sviluppata sotto la guida del Professor Marco Livi, sarà presentata durante il Festival di Spoleto presso il Cinéma Sala Pegasus il 12 luglio 2019 alle ore 18.00. Qui il programma della premiazione.

Complimenti a Chiara e Alessandro che hanno partecipato con coraggio e impegno, dimostrando di potercela fare, e al prof. Marco Livi che li ha accompagnati alla vittoria!

Prossimamente un resoconto del loro progetto.

Schermata 2019-06-24 alle 11.31.38.png

Aggiornamento:

Concorso Socially correct 2019: AZZARDOPATIA: QUANDO IN GIOCO C’E’ LA VITA

aprile 9, 2019

CALL per gli studenti in corso:

L’Associazione “Paolo Ettorre – Socially Correct” invita gli studenti CPO a partecipare alla 12a edizione del concorso di comunicazione sociale “Socially Correct”, il cui tema è l’azzardopatia. La campagna vincitrice diventerà la campagna di comunicazione istituzionale per il Ministero della Salute. E’ prevista la diffusione della campagna a livello nazionale su TV, radio, stampa e web, dando agli studenti la possibilità di veder realizzato ai massimi livelli il loro lavoro creativo.
L’Associazione conferisce alla “coppia creativa” vincitrice il  prestigioso premio Socially Correct, uno stage di sei mesi presso la sede di Roma dell’agenzia Saatchi&Saatchi
La presentazione della campagna avverrà il 12 luglio 2019 durante l’evento di premiazione Socially Correct nell’ambito del Festival dei Due Mondi di Spoleto.
Troverete la Lettera d’Invito, il Brief Creativo e il  Regolamento del Concorso sul sito dell’Associazione qui
Agli studenti Cpo che partecipano è offerto un supporto da parte del prof. Livi, della Colonia della comunicazione.

Vincere è difficile ma possibile, è capitato una volta nella storia di Cpo e ci piacerebbe ripetere!

Leggete bene il regolamento e se siete interessati segnalate la vostra partecipazione al prof Marco Livi a marco.livi@uniurb.it entro il 13 aprile 2019.

Le valutazioni degli studenti

ottobre 16, 2018

Riportiamo di seguito i principali risultati della rilevazione annuale delle opinioni degli studenti sugli insegnamenti della Laurea magistrale Cpo relativamente all’a.a. 2016-17, disponibili pubblicamente sulla Sua Cds 2018.

Le opinioni degli studenti relative all’efficacia dei singoli insegnamenti e del percorso di studi  relativamente all’Anno Accademico 2016/2017 sono state rilevate attraverso la compilazione di 648 questionari, di cui il 20.2% classificato compllati da studenti che si autodichiarano non frequentanti.
Poichè si considera come soddisfacente una valutazione pari o superiore al 7, non si presenta nessuna criticità rispetto al dato aggregato, superando la storica criticità rappresentata negli anni precedenti dall’adeguatezza delle conoscenze preliminarmente possedute ai fini della comprensione degli argomenti trattati .

L’analisi disaggregata per singolo insegnamento rileva come ci sia solo un insegnamento con un valore anomalo e unicamente rispetto alle conoscenze preliminarmente possedute, e alcuni altri con valori inferiori alla media dell’indicatore ma che non risultano critici.
Scendendo nello specifico delle voci, quella maggiormente apprezzata riguarda il rispetto degli orari programmati per le attività didattiche (voce DOC. 05, punteggio 8.58) laddove l’aspetto meno premiato riguarda il possesso delle conoscenze preliminari funzionali alla comprensione del corso (voce INS. 01, punteggio 7.25). Tra le voci collocate internamente segnaliamo, in ordine ascendente di punteggio, la valutazione del carico di studio (voce INS. 02, punteggio 7.57) e lo stimolo fornito dal Docente (voce DOC. 06, punteggio 7.58). Laddove possibile, il confronto tra frequentanti e non mostra, per questi ultimi, un livello di soddisfazione sostanzialmente equivalente o addirittura più alto,

La valutazione dello stage obbligatorio è tratta dalle schede compilate dagli studenti a conclusione dell’esperienza (anno solare 2017, 43 questionari compilati su 46 stage), Nessuno degli studenti giudica insoddisfacente il rapporto di stage con l’azienda/ente ospitante, e nel complesso le valutazioni sono molto positive: il 26,8% lo giudica molto utile il 70% positivo e costruttivo, il 12,2% soddisfacente.

 

La COLONIA vede rosso

gennaio 30, 2018

Nell’anno accademico 2017-2018 la COLONIA della  comunicazione ha attivato una collaborazione con Croce Rossa Italiana – Comitato Pesaro, la cui prima azione è un contest rivolto agli studenti Cpo e del terzo anno di Imp.

Il contest riguarda la progettazione di una campagna di comunicazione online e offline che ha come obiettivi prioritari quelli di incrementare la conoscenza e il pubblico dellevento Run for Red cross, che si svolgerà a Pesaro il 22 Aprile 2018 alla sua seconda edizione dopo la prima fortunata del 2017.

Il contest è stato presentato a dicembre, i gruppi di studenti sono già al lavoro, stay tuned!


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: