Archivio dell'autore

CareerDay 2017

ottobre 31, 2017

careerday_2017

Nei giorni 15 e 16 novembre 2017 presso Palazzo Battiferri, Via Saffi 42, Urbino, si svolgerà il CareerDay, ovvero l’iniziativa organizzata dalla nostra Università con l’obiettivo di costituire un momento di incontro fra gli studenti e il mondo del lavoro. Ecco perché, per permettere agli studenti – prevalentemente delle Lauree Magistrali e del terzo anno delle Lauree Triennali – di partecipare alle attività, le lezioni sono sospese.

Il programma di attività delle due giornate è articolato in tre macro aree: StartupCarriera ed Estero. Seminari, laboratori di orientamento al lavoro, workshop di approfondimento su scenari occupazionali con esperti in materia di settore, recruiting session, incontri con aziende, presentazioni aziendali.

Sul sito di Ateneo è possibile consultare il programma completo e prenotarsi per partecipare alle attività. Le prenotazioni si chiudono a mezzanotte del giorno precedente al seminario.

Per quanto riguarda quelle organizzate nell’ambito del Dipartimento DISCUI segnaliamo:

15 novembre ore 9.00-10.30 Seminario

Le professioni del web e dei social media: tendenze e testimonianze

Coordina: Prof. Giovanni Boccia Artieri – DISCUI

Intervengono:

–          Giovanni Boccia Artieri, DISCUI-UNIURB, Le professioni del web tra contenuti, reputazione e analisi

  • Lorenzo Maria Perre, Marketing Director PhotoSì, Data mining e social media per l’innovazione aziendale
  • Roberto Di Raffaele, Social Media Manager, La giornata tipo del social media manager in un’azienda di moda
  • Ilaria Barbotti, Presidente Igersitalia e Digital PR, Nuove figure professionali legate al visual Influencer, content creator

16 novembre ore 11.15-12.45 Seminario

Web e social media: Strumenti e metriche di valutazione

Coordina: Marco Cioppi – DISCUI

Intervengono:

  • Marco Cioppi, DISCUI-UNIURB
  • Daniel Casarin, Ceo di Advmedialab

 

Nelle giornate del CareerDay è possibile inoltre partecipare alle campagne di recruiting organizzate da alcune delle aziende presenti. Può essere interessante per gli studenti di CPO prendere in considerazione l’opportunità offerta da System Group, azienda interessata a selezionare profili di Social Media Strategy & Copywriter.

A questo link è possibile scaricare l’application per inviare la propria candidatura.

04_Career Day_social media strategist

Un consiglio: per chi volesse partecipare ai colloqui con le aziende, ai laboratori dedicati alla definizione del proprio curriculum è molto utile portare con sé il proprio curriculum in formato europeo.

Annunci

Le realtà dell’immaginario. La tecnologia e le sue rappresentazioni in 4 lezioni

aprile 14, 2010

La tecnologia è parte centrale dello spirito del tempo. L’immaginario collettivo – il suo bacino semantico – come patrimonio simbolico trova nella tecnologia e attraverso di essa forme e contenuti di espressione di particolare fascino e importanza.

L’immaginario tecnologico è quindi il tema centrale dei prossimi 4 incontri organizzati nell’ambito del corso di Teorie e pratiche dell’immaginario finalizzati a mettere a punto una mappatura del simbolico legato alla tecnologia. Per chi vuole qualche dettaglio qui.

Lunedì 19 aprile 2010 (ore 15.00 – 18.00) si inizia con Antonio Caronia e con la lezione dal titolo Il tempo ai tempi di Internet. L’immaginario dello steampunk.

Mercoledì 21 aprile (ore 10.00 – 13.00) Luca Rossi parlerà di Futuri, passati, presente: l’immaginario nell’intrattenimento digitale.

Giovedì 22 aprile (ore 10.00 – 13.00) con Pier Luigi Capucci cercheremo risposte al quesito – immaginario? – Verso la “terza vita”? La robotica tra immaginario mediale e singolarità tecnologica.

Venerdì 23 aprile (ore 15.00 – 18.00) chiude la serie Giovanni Boccia Artieri con la lezione L’immaginario tecnologico e le sue figure: dallo scienziato all’avatar.

Gli incontri si svolgono nella sede del Cdl in Comunicazione e Pubblicità per le Organizzazioni, Facoltà di Sociologia dell’Università degli Studi di urbino “Carlo Bo”, Viale Trieste 296, Pesaro. Cercheremo di accaparrarci sempre l’Aula 3.

Sociètas Raffaello Sanzio. Le sue immagini e il suo immaginario con Silvia Bottiroli

marzo 16, 2010

La considero ormai una tradizione la lezione di Silvia Bottiroli ai miei corsi. Sia che se ne parli a Teatro e Spettacolo sia che si affronti in Teorie e pratiche dell’immaginario a CPO il punto è quello di comprendere come una delle compagnie teatrali più importanti della scena non soltanto italiana catalizzi, da sempre e ancora, in maniera potente l’immaginario contemporaneo: la sua poetica, le sue immagini.

Il lavoro complesso, affascinante e non di certo compiacente con tutti noi, pubblico avvezzo alle forme televisive e a volte incapace di “stare lì”, si articola in una storia di individui e collettività, in estetiche raffinate e comunque sempre adatte al nostro sguardo anche quando rimandano a qualcosa del passato. Anche a quello che sa dentro di sè, non per forza consapevolmente, che esiste un regime notturno dell’immaginario (Durand) cioè ambivalente e non manicheo, olistico e non riduzionistico, in cui agisce il piano connotativo del simbolico (come espressione della forma, forma del sentimento per dirla con Langer). Un tipo di teatro che sta dentro le logiche dell’intrattenimento, liminoide, non per divertire nel senso vuoto del termine ma per trovare nuovi percorsi – possibilità – dell’efficacia: divertire nel senso del buon teatro (Brecht).

Silvia Bottiroli – è la quarta da sinistra – lo sa spiegare in maniera gentile e profonda. Non mancate.

Immagini del teatro per l’immaginario contemporaneo. Sociétas Raffaello Sanzio e Motus a CPO

gennaio 8, 2009

Il teatro come luogo di osservazione dell’immaginario contemporano. E’ questo il tema del breve ma intenso ciclo di seminari organizzato aal’interno del corso di Teorie e pratiche dell’immaginario contemporaneo.

In programma due incontri imperdibili non solo ai fini dell’approfondimento delle tematiche trattate nel corso ma per comprendere in generale come nel contesto della performance contemporanea siano dati gli impulsi e le suggestioni per l’elaborazione di inedite forme estetiche, in funzione però della drammaturgia e della qualità unica della comunicazione dal vivo.

societas-raffaello-sanzio-tragedia-endogonida-23

Lunedì 12 gennaio 2009 alle ore 10.00 presso l’aula 3 sarà ospite del corso Silvia Bottiroli che in qualità di raffinata studiosa ed esperta del teatro contemporaneo ci porterà nel mondo simbolico e “profondo” della Sociétas Raffaello Sanzio.

motus12

martedì 13 gennaio 2009, sempre alle 10.00, in aula 3 sarà la volta di Motus. Daniela Nicolò ed Enrico Casagrande ci faranno entrare all’interno della scena e della cultura contemporanea, fra forme e contenuti mediali e ricadute per la riflessività anche sociologica.

Sociétas Raffello Sanzio e Motus non solo catalizzatori dell’immaginario contemporaneo ma espressioni fra le più vivide e lucide della funzione sociale e a-sociale dell’arte.

Convergenze dell’immaginario.

novembre 26, 2008

music-in-my-mind-cm-112x200_bottoebruno

Edizione 2008 del seminario tenuto da Claudia Vanti – stilista ed esperta di comunicazione – presso il corso di Teorie e pratiche dell’immaginario contemporaneo.

martedì 2 dicembre ore 10-13 e mercoledì 3 dicembre ore 15-18.

Un’occasione imperdibile per scovare connessioni fra le forme dell’immaginario contemporaneo e dell’industria culturale fra fashion, musica, arte, perofrmance e molto altro.

Non sempre arte per l’arte. Strumenti per comunicare l’impresa

ottobre 29, 2008

Interessante nei termini della comunicazione e della pubblicità per le organizzazioni questa iniziativa segnalata su Exibart.

Che la creatività sia uno strumento importante per comunicare l’identità dell’impresa è cosa arcinota, sembrerebbe però che in questo caso ci sia qualcosa di più. La messa a tema di una forma di accoppiamento strutturale fra sistemi assai diversi – quello del mercato, dell’impresa e quello dell’arte – verso la messa a punto di strategie innovative che perciò possano valere sia per l’organizzazione, naturalmente, sia per l’arte e la sua funzione.

Ci si può iscrivere al forum fino al 10 novembre.

Il mio voto per una birra. Concorso Ceres 4Art

maggio 19, 2008

Leggo qui di un interessante concorso. Fra marketing, promozione artistica e web 2.0.

Si tratta del Concorso Ceres 4Art: 15 artisti emergenti dovranno reinterpretare il mondo Ceres, fra i lavori votati dagli utenti registrati al sito ufficiale verrà eletto l’artista Ceres dell’anno mentre un fortunato estratto fra i giudici/pubblico vincerà una fornitura di birra.

Esperti in linguaggi pubblicitari, che ne dite?

Pubblicità e arte a Milano

febbraio 14, 2008

ren-gruau-diorissimo-1978-53729.jpg

Credo valga la pena di prendere nota su questa iniziativa legata allo stretto rapporto fra arte e pubblicità. Al Castello Sforzesco di Milano fino al 20 aprile 2008.

Si trova notizia qui e qui.

Immaginari in mostra

febbraio 7, 2008

longo_1.jpg

A Roma diverse mostre interessanti dal punto di vista dell’immaginario contemporaneo e dell’intreccio fra forme pop, mediali e linguaggi artistici. Qualcuna c’è, altre non più ma vale la pena vedere di cosa si tratta. Prendere appunti.

La prima Supermodels II: real vs unreal (Galleria Lipanjeputin) indaga sulle declinazioni del tema della bellezza. Il promo-video qui.

La seconda Stories from the wonderland #2 (Galleria Dorothy Circus) è dedicata ai movimenti recenti dell’arte contemporanea: pop surrealism e lowbrow. Il promo con la descrizione della mostra e del progetto espositivo più generale della galleria è da vedere e sentire, sempre qui ma da cercare nella finestrella di fianco.

Poi Inconoclast Game (Museo Boncompagni Ludovisi): cercare il video promo nello stesso posto perchè il curatore Lorenzo Pizzanelli e Fariba Ferdosi (regista iraniana) spiegano benissimo il gioco simbolico (ma anche politico e culturale) della distruzione delle immagini (paradosso dell’immaginario) e della responsabilità dello spettatore.

Less. Strategie alternative dell’abitare (Pac, Milano). Basti vedere il video di Mircea Cantor, The landscape is changing per capire. Sentire cosa dice la curatrice Gabi Scardi.

Spirito del tempo. Spunti per osservare l’immaginario in carica. Parte 3

gennaio 30, 2008

10_boetti_-_peshawar_-_pakistan_by_afghan_people.jpg

Filo rosso di questi temi: il viaggio (De Riso, Farese, Moletta, Trappoli). Da dimensione metaforica – viaggio come conoscenza (Boetti e le sue mappe) e incontro con il diverso – fino al viaggio nel tempo che non solo poggia su forme “classiche” dell’immaginario (il romanzo ad esempio) ma su forme adeguate alla comunicazione contemporanea: dalla dialettica fra passato e futuro (Heroes e Lost ad esempio) fino alle dimensioni cognitive del viaggio come particolare forma dell’esperienza tattile (performativa) e per certi versi allucinatoria. Basti pensare al volo e al teletrasporto nel metaverso e nei videomondi online. Viaggio, vale la pena di ribadirlo, come metafora compiuta dell’immaginario meta-territoriale e diffuso, ossia dello spirito del nostro tempo.


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: