Posts Tagged ‘guerriglia comunicativa’

The Walking Marchesa

settembre 12, 2013

Molti di voi avranno visto “Una notte al museo“, e l’idea chiave della nostra campagna è all’incirca la stessa su cui si basa la trama del film. Ne hanno fatto un sequel, diretta conseguenza della gran quantità di vil denaro incassato. “Ha funzionato per Hollywood, possiamo provare anche noi a Pesaro”. Questi sarebbero stati i pensieri immediati che avrebbero dovuto affollare la nostra mente, sbraitando per avere la meglio sui loro confusi compagni, per essere i primi sulla linea di partenza. E invece i nostri neuroni hanno preferito farsi una lenta passeggiata su una strada panoramica fino al primo incontro con i professori destinati a seguire quel tortuoso ma affascinante itinerario di pensiero. L’obiettivo era molto chiaro: richiamare abitanti di Pesaro di ogni età all’interno dei musei civici, rimessi a lucido per l’occasione. Di certo un museo non ha lo stesso appeal di una discoteca, ma quest’ultima a sua volta tende a essere un luogo anonimo e spoglio. Alcune serate può fare il botto di ingressi ma, altre volte, può essere deserta come le spiagge la mattina di Natale. Noi invece abbiamo avuto una fortuna, una persona speciale che incarnasse la passione per l’arte, la volontà di tendere una mano ai giovani e l’amore per la propria città, Pesaro. Concentrandoci sulla marchesa Vittoria Mosca, simbolicamente madrina dei musei, ci siamo convinti a riportarla in vita, su internet così come tra le vie della città. Tre ragazze, tanto belle quanto simpatiche, hanno accettato di aiutarci nella nostra missione. La trattativa si è conclusa velocemente mettendo sulla tavola l’offerta di un aperitivo. Uno spritz può risvegliare i morti? No, ma può far camminare una marchesa!

Le marchese

Una volta arruolate le tre nobildonne per la nostra performance, abbiamo dovuto fare rifornimento ai suddetti neuroni per fargli macinare chilometri. La strada da seguire è stata sempre in equilibrio tra ironia e intento pedagogico. Il profilo Facebook ci ha permesso di generare un incuriosito passaparola tra i ragazzi più giovani e, nonostante qualche intraprendente giovanotto abbia tentato di flirtare con noi, la strategia ha funzionato. Il giorno dell’inaugurazione parecchie persone hanno riconosciuto le nostre ragazze, facendo riferimento al profilo e ai contenuti in esso pubblicati. Ogni giorno, noi tre cpottini, ci siamo riuniti telematicamente per inventare storie, commenti, stati ed immagini che preparassero la popolazione al grande evento cittadino e li invogliasse a riscoprire i musei che hanno sempre avuto a portata di mano. Palazzo Mosca, sede dei musei, è anche però leggermente nascosto rispetto al centro cittadino. Questo difetto intrinseco è stato trasformato in un vantaggio, fornendo alle marchese il pretesto per attirare i passanti. Dopo più di cento anni non è facile fare ritorno al proprio palazzo, molto meglio chiedere informazioni. E visto che ormai chiunque ha uno smartphone in tasca o nella borsa… Pesaresi 2.0 armatevi di Facebook mobile e Mappe e riconducete la marchesa a casa!

Il nome per la campagna (“R aggiungimi“) è stato ideato con la volontà, ancora una volta,di richiamare al contempo l’immaginario legato ai social network e l’invito a visitare di persona ai musei. Tale headline ha tappezzato le strade di Pesaro nei dieci giorni precedenti all’evento promosso. Non ci siamo però accontentati di una semplice richiesta scritta; abbiamo preferito optare per un rischioso ma intrigante messaggio criptico: una mappa antica del centro della città con un velato indizio circa l’ubicazione dei musei.

R aggiungimi

Per sapere com’è andata il 14 luglio, abbiamo posto alcune domande direttamente a Vittoria Mosca, lieta di inserirsi tra le interviste dei laureati Cpo di successo (loro sì in carne e ossa).

 

Signora marchesa, allora in quella calda domenica di luglio non c’è stato nessun intoppo? Ogni persona l’ha seguita senza esitazioni?

Sarei disonesta se le rispondessi affermativamente, caro mio. Quel vestito era indubbiamente di grande bellezza ma in egual misura pesante! E’ stata una bella faticaccia. E non creda che ogni singolo mio concittadino mi abbia riconosciuto immediatamente… Alcuni sono persino fuggiti spaventati o mi hanno scansato credendo che volessi vendergli uno dei rigogliosi fiori del mio bouquet!

 

Addirittura?! Però solo su Facebook è riuscita a postare sul suo profilo un centinaio di foto con sorridenti persone di ogni età.

Le ho elencato i pochi inconvenienti di quella indimenticabile giornata, ma potrei parlarle per ore dei lati positivi e dei bei momenti. Mi limito a rammentare i moltissimi bambini affascinati dalla mia eleganza e dal mio portamento, i simpatici ragazzi che mi hanno aggiunto immediatamente sul loro Smarfon e le persone più anziane che conoscevano la mia vita quasi meglio di me!

 

Insomma un’esperienza che rifarebbe volentieri qualora i musei avessero ancora bisogno della loro supereroina? Ci può anticipare se ha qualche progetto in cantiere, magari un film Marvel tutto per lei?

Un cosa, scusi? Ebbene, farei qualsiasi cosa per i musei civici di Pesaro e sono orgogliosa dei tanti complimenti ricevuti per il mio ritorno in città e per la grande affluenza nelle visite alle opere d’arte. D’altra parte credo sia giusto che ad assaporare nuovamente il calore della gente sia uno dei miei cari amici legati per vari motivi a Pesaro. Gioachino Rossini, ad esempio. Sono certa che sarebbe entusiasta di aiutare l’ambiente artistico della città.

 

Andrea Biolcatti – Giovanna Bottino – Alessandro Pedini

Annunci

fateli andare a Cannes

maggio 28, 2009

La guerriglia come atto d’amore disperato, questa volta per la pubblicità. Sarà il segno dei tempi 😉

indizio2+copia

Un gruppo di 7 studenti di Cpo vorrebbe andare disperatamente a Cannes, per il Festival Internazionale della Pubblicità, per partecipare alla sezione “Young Lions”, dedicata ai giovani, ricca di incontri con esperti del settore e momento di scambio d’idee con ragazzi provenienti da tutto il mondo. A caro prezzo, però, e con piccoli sconti per studenti. Da qui l’idea, di farsi progetto di comunicazione e cercare sponsorizzazioni per farsi mandare a Cannes. Con le loro parole:

Voglia di fare e brigare. Voglia di mettere finalmente in campo le conoscenze acquisite in anni e anni di studio. Ma soprattutto la voglia di arrivare là, a Cannes, al Festival Internazionale della Pubblicità. Tutto questo e altro ancora ci ha spinto ad aprire questo blog e intraprendere la via del guerrilla marketing.

Iscritti al corso di laurea specialistica in Comunicazione e Pubblicità per le Organizzazioni di Pesaro, provenienti da realtà differenti ma uniti dalla stessa passione: la pubblicità. Siamo sei ragazzi che hanno un sogno, andare al Lions Cannes 2009. Un’ottima occasione per fare esperienza, per partecipare a seminari, workshops e convegni tenuti da illustri professionisti mondiali, i veri e propri guru dell’advertising.

Esperienza un po’ costosa per dei giovani studenti come noi che nelle loro tasche hanno in compenso, tanta creatività. E questa dote abbiamo deciso di metterla in campo per percorrere i primi chilometri che ci separano da Cannes.

Dovevamo inventarci qualcosa, trovare qualcuno disposto a credere in noi, a investire sul futuro professionale di giovani impegnati e con tanta voglia di fare ed emergere.

E così, in un tranquillo villino pesarese, durante una delle tante cene tra amici, un po’ per scherzo e un po’ per deformazione professionale, qualche idea è cominciata ad affiorare. Il flusso d’idee è durato parecchi giorni, poi qualcosa di più concreto e convincente ha iniziato a prendere forma.

Basso budget e alto impatto emotivo le variabili da seguire…e il guerrilla è venuto da sé.

Storia e immagini della guerriglia amorosa sono nel blog Ticket to Cannes.

SPONSOR DI TUTTO IL MONDO, FATELI ANDARE A CANNES! non ve ne pentirete 😉

Guerriglia per il cinema – II edizione

aprile 30, 2009

E’ in corso la gara per la campagna di comunicazione non convenzionale della 45esima edizione della Mostra Internazionale del Nuovo Cinema di Pesaro, nell’ambito delle attività de la COLONIA della comunicazione e in collaborazione con il Festival di Pesaro, il cui direttore artistico è Giovanni Spagnoletti, nostro docente di cinema a Cpo. La consegna delle proposte deve avvenire entro il 25 maggio prossimo, come illustrato nel brief del 22 aprile scorso. La posta in gioco non è solo la borsa di studio messa a disposizione della Fondazione Nuovo Cinema di Pesaro, ma anche l’occasione di realizzare un progetto concreto di comunicazione da inserire nel vostro book professionale. Al vincitore della gara (singolo o gruppo di massimo tre studenti) sarà affidata anche la realizzazione del progetto.
La comunicazione ufficiale del vincitore sarà data il prossimo 4 giugno, nella sede di Pesaro Studi.

E’ parallelamente in corso la costituzione della giuria di giovani giurati per la 45esima edizione del Festival, dopo il successo dell’esperienza dell’anno scorso, rendicontata qui.

Buon lavoro!

Un’immagine della campagna splatter realizzata per la 44esima edizione del Festival dallo studente Cpo Federico Lodolini, vincitore del concorso 2008, ispirata alla retrospettiva dedicata a Dario Argento.

Guerriglia splatter

giugno 21, 2008

E’ il progetto vincitore del concorso per un’azione di guerriglia comunicativa per la 44esima edizione della Mostra Internazionale del Nuovo Cinema che ha preso di sorpresa i giovani frequentatori di diversi locali tra Pesaro, Senigallia e Ancona, di cui riporta la stampa ieri: schizzi di sangue (smalto rosso) sulle pareti dei bagni e sangue nel dispenser del sapone liquido per ricordare che la mostra dedica il suo 22esimo Evento Speciale al regista (non solo) di paura Dario Argento.
Federico Lodolini, studente al secondo anno del corso di laurea Specialistica Cpo, è ideatore e realizzatore del progetto vincitore.

Il Festival apre oggi 21 giugno, con la prima proiezione alle ore 15: un omaggio al regista Amir Muhammad, al Teatro Sperimentale: Lips to Lips, Malaysia 2000, 97’.

Update
: dell’intervento di guerriglia horror parla l’ottimo blog bloguerrilla e poi ouryourmarketing, lunariamente, blissblog,kttbblog, e20espress, uff non finiscono più, intervista fatta alla web radio del politecnico di Torino, adofdamonth, spotanatomy, ancoraaa?!! ad in italy e ….. quelli che ci sono sfuggiti.

Update 4 agosto: Federico ci segnala un’ulteriore richiamo della sua guerriglia:

Con estremo piacere vi segnalo una recensione della guerrilla per la Mostra del Cinema apparsa sul sito Ninjamarketing: in assoluto il sito italiano più importante per la comunicazione e il mkt non convenzionale!!

ninjamarketing

guerriglia per il cinema/secondo tempo

maggio 29, 2008

La comunicazione ufficiale del progetto scelto per la comunicazione non convenzionale della prossima edizione del Festival del cinema di Pesaro verrà data giovedì 5 giugno alle ore 12 presso la sede di Pesaro Studi, vle Trieste 296.
Saranno presenti oltre al Direttore del Festival, Giovanni Spagnoletti, Roberta Bartoletti e Giovanni Boccia Artieri in rappresentanza del corso di laurea Cpo e della giuria.
Vi aspettiamo.

Update 6 giugno: il progetto da realizzare è stato scelto, ora avete solo da aspettare… e da fare attenzione! Aggiornamenti a breve, sempre qui.

guerriglia per il cinema/il brief

aprile 16, 2008

Gli studenti Cpo che sono interessati a partecipare al concorso per un’azione di guerriglia finalizzata a promuovere il Festival del Cinema di Pesaro tra i giovani sono pregati di intervenire al brief che si terrà mercoledì 23 aprile alle ore 13 presso la sede del corso di laurea, v.le Trieste 296.
Chi ha già deciso di partecipare al concorso è pregato anche di iscriversi qui (nei commenti).

Aggiornamento: a breve pubblichiamo il bando del concorso con tutte le istruzioni è pubblicato qui. Chi partecipa è pregato di iscriversi là, nel post dedicato a bando e iscrizioni. Ricordiamo che la scadenza per la presentazione dei progetti annunciata ieri è il 23 maggio 2008.

guerriglia per il cinema

marzo 21, 2008

La Mostra Internazionale del Nuovo Cinema di Pesaro offre una borsa di studio per la progettazione di una campagna di comunicazione non convenzionale finalizzata a promuovere la 44esima edizione del festival tra i giovani. Il concorso è aperto agli studenti Cpo, oltre agli studenti dei corsi in Scienze della Comunicazione di Pesaro e di Urbino, nell’ambito delle attività de la COLONIA della comunicazione e in collaborazione con il Festival di Pesaro, il cui direttore artistico è Giovanni Spagnoletti, nostro docente di cinema a Cpo. Maggiori informazioni a breve, su questo blog e nei siti e nelle bacheche dei corsi di laurea.

19evento_small.jpgesec41mostra_small.jpg

manifesti realizzati dagli studenti di Pesaro nell’ambito de la COLONIA per la 41esima edizione del Festival

Intanto, buona Pasqua a tutti/e!

AGGIORNAMENTO: il brief per la campagna, in presenza del Direttore del Festival del cinema di Pesaro Giovanni Spagnoletti, sarà mercoledì 23 aprile alle ore 13 presso la sede di Vle Trieste 296, a Pesaro. Chi è interessato si presenti.

la campagna dei Simpson

marzo 20, 2008

vinceranno loro?

votahomer.jpg

via, trovato qui

krustywmkdtj3.jpg
via, ripreso in Netmonitor

we Tube

marzo 19, 2008

Terza e (forse) ultima puntata della serie comunicazione politica dal basso. Dopo affissioni e blog, ecco alcuni esempi di campagne comunicative via YouTube, sia relative alle primarie americane (Fabio Giglietto sul blog di Conversazioni dal basso ci mostra un video sulla coppia Obama/Clinton), sia sulla campagna italiana: Netmonitor riprende un video del noto blogger Zoro, che dialoga con Veltroni, Spindoc riprende il video del candidato Ivan, postato su YouTube. Della serie video virali.

Per gli studiosi di pubblicità, ricordiamo il video, già ampiamente ripreso in rete, che si ispira alla nota campagna comparativa tra Mac e Pc. Secondo voi, comunicativamente, il parallelo funziona? Lo so, domanda impertinente, ma altrimenti che gusto c’è 😉

Aggiornamento serale: ecco uno dei tanti spot della campagna comparativa “autentica”, che ha ispirato il video precedente. Tanti altri li trovate su YouTube.

Post-aggiornamento serale: per rispondere alla domanda impertinente di cui sopra, provate questo devastante accostamento con lo spoof dello spot di Mac realizzato da Greenpeace.

autentici fake

marzo 13, 2008

Le elezioni politiche del 13-14 aprile offrono molti materiali agli studiosi di comunicazione. La comunicazione politica si dimostra come campo adatto alla creatività, sia ufficiale che non convenzionale, irriverente e impertinente. Si può fare.

Dopo il finto fake, ecco alcuni esempi di fake autentici. Ossia, fake che sono davvero fake. Non solo. Fake che, nel loro essere finti, esprimono perplessità, paure e arrabbiature autentiche, che la rete fa circolare.

Ne segnaliamo due, per par condicio (non ce ne vogliano i partiti esclusi, che possono segnalarci azioni di subvertising che li riguardano: non vogliamo escludere nessuno).

fake1.jpg

partirevotare2.jpg

via

Aggiornamento del 15 marzo: altre campagne fake ci segnala Roberta, altre ne abbiamo trovate nei blog di Roberto Bonzi, Mauro Biani, Candido. E ancora il Giulivo. Tutti trovati via l’ormai irrinunciabile Netmonitor (che ha pure segnalato questo post tra i suoi link di ieri: grazie 🙂 )


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: