Posts Tagged ‘laurea comunicazione pubblicitaria’

insight sul futuro: testimonianze dei laureati Cpo

luglio 16, 2013

Il 16 luglio si sono aperte le iscrizioni ai corsi di laurea dell’Università di Urbino per il 20013-2014, anche per la laurea magistrale Cpo.
Abbiamo concluso il primo decennio del nostro corso di laurea, già festeggiato con due importanti convegni – Futuri creativi e Rendere conto e condividere, e abbiamo pensato che il miglior servizio che potevamo fare per i nostri futuri studenti fosse quello di offrire loro degli elementi di orientamento sul futuro, a partire da squarci di esperienza di laureati nella nostra magistrale, oggi occupati in diversi ambiti della comunicazione, in diverse città italiane.
Scegliere una laura magistrale significa immaginarsi in qualche modo nel futuro, nel mondo del lavoro e delle professioni, cosa può essere più utile se non lo specchio dell’esperienza dei propri pari, di altri studenti che hanno fatto il percorso e ci restituiscono il loro sguardo, da un futuro che è già arrivato?
Queste testimonianze sono utili per i futuri studenti Cpo, ma anche per gli studenti attuali – e per noi, che possiamo avere elementi per il miglioramento continuo del corso di studi.
Lasciatemi dire che sono utili anche per testimoniare il valore della formazione, di una buona formazione, in un periodo in cui troppo spesso vediamo svalutati gli studi universitari, in modo superficiale e forse anche un po’ doloso. Crediamo invece che gli studi facciano bene all’occupazione giovanile, soprattutto a una buona occupazione.
Abbiamo già restituito e commentato i dati quantitativi sui buoni, ottimi risultati occupazionali dei nostri laureati, a un anno dalla laurea. Abbiamo voluto guardare più in profondità e farci raccontare le esperienze, dalla laurea al primo impiego, capire cosa fanno effettivamente i laureati Cpo, come valutano il loro percorso di studi, che consigli danno a chi si accinge ora a iniziare Cpo. Con le loro stesse parole.

Le interviste saranno pubblicate sul blog, ogni martedì a partire dal 23 luglio 2013, grazie al lavoro della nostra tutor dell’orientamento, Fabia Vaselli.
Inizieremo da Ilaria, che lavora a Roma, dove è tornata dopo la laurea a Cpo.

Vorrei iscrivermi a Cpo

giugno 7, 2013

In questo caso, ecco tutte le scadenze utili e le novità per il 2013-14:

– il 16 luglio 2013 si aprono le iscrizioni alla laurea magistrale Cpo per il 2013-14, e senza ulteriori condizioni in quanto per il 2013-14 è stato eliminato il numero programmato e quindi la prova di ammissione selettiva
– è possibile iscriversi alla laurea magistrale fino all’8 novembre 2013
– chi alla data dell’8 novembre 2013 non fosse ancora laureato, può pre-iscriversi versando la contribuzione studentesca sempre entro l’8 novembre, e deve conseguire il titolo entro il 28 febbraio 2014 (novità: si estende fino a febbraio la possibilità di conseguire il titolo di laurea triennale per iscriversi alle magistrali di Urbino);
– chi alla data dell’8 novembre non è ancora laureato ma intende accedere ai benefici del diritto allo studio, può pre-iscriversi entro l’8 novembre versando la contribuzione studentesca e deve laurearsi entro il 20 dicembre 2013;
– il Rettore può accogliere domande di iscrizione dopo la scadenza naturale dell’8 novembre per gravi e giustificati motivi, e comunque non oltre il 20 dicembre 2013.

Laureati Cpo: occupati, efficaci ed esigenti

maggio 27, 2013

Dal 2010 l’Università di Urbino ha aderito al sistema di monitoraggio di AlmaLaurea, il che ci consente di fare valutazioni sull’occupabilità sia dei laureati 2011 a un anno dalla laurea sia del trend 2010-2012. I laureati Cpo sono occupati a tassi maggiori della media nazionale, riconoscono l’efficacia del percorso di studi per il lavoro che stanno svolgendo e sono esigenti. Ecco i dati, verificabili sul sito AlmaLaurea

Il quadro nazionale della classe di laurea in comunicazione pubblicitaria

Dall’indagine relativa ai laureati nel 2011, i dati sull’occupazione dei laureati specialisti/magistrali nelle classi LM59, 59/S e 67/S nella totalità degli Atenei italiani mostravano che a un anno dalla laurea
– è occupato il 64,1% (in decisa crescita rispetto al 58,8% nel 2011 e al 58,1% nel 2010),
– il 5% non lavora e non cerca (in calo rispetto al 7,7% del 2011 e al 9% del 2010),
– mentre il 31% si dichiara in cerca di occupazione (invertendo il trend di crescita dei due anni precedenti: il 33,6% nel 2011 e il 32,9% nel 2010) (1230 intervistati, con un tasso di risposta dell’84,2% sull’universo di riferimento). Nel 2010 era stato rilevato anche un 1,8% che continuava a studiare, nel 2011 si tratta dell’1,6% e nel 2012 dell’1,3%, che è compreso nel totale di chi non lavora e non cerca.
La situazione dell’occupazione nel complesso della classe è quindi tendenzialmente in ripresa. Secondo le classificazioni Istat, il tasso di occupazione di questi laureati è del 71,5% e il tasso di disoccupazione il 23,7%.

L’occupazione dei laureati Cpo a un anno dalla laurea.

I dati relativi ai laureati nella laurea specialistica CPO rilevano che a un anno dalla laurea
è occupato il 70,8% (confermando il trend di crescita già evidente l’anno precedente, con il 69,6% del 2011 e il 60,6% del 2010),
– nessun laureato che non lavora e non cerca (il 4,3% nel 2011 e nel 2010 il 6,1%)
– mentre si dichiara in cerca di occupazione il 29,2% (il 26,1% nel 2011 e il 33,3% nel 20120) (24 intervistati, pari all’85,7% dell’universo di riferimento).
– Secondo le classificazioni Istat, nel 2012 il tasso di occupazione dei laureati Cpo è del 79,2% (maggiore del 71,5% nazionale) e il tasso di disoccupazione il 17,4% (minore del 23,7% nazionale).

Riscontriamo quindi due dati positivi per i laureati Cpo:
– rispetto al dato medio nazionale, i laureati CPO sono occupati in percentuale maggiore rispetto alla media e sono minori i disoccupati, così come non vi sono laureati che non si rivolgono al mercato del lavoro (che a livello nazionale sono il 3,7%, escludendo dal computo chi sta continuando gli studi);
– rispetto al 2010, si conferma un notevole miglioramento dell’occupabilità dei laureati Cpo a un anno dalla laurea: l’occupazione è aumentata nell’ultimo biennio del 10%, la disoccupazione è lievemente diminuita.
I tassi di occupabilità non solo sono quindi ancora elevati nonostante il momento di crisi economica e occupazionale che colpisce soprattutto i giovani nel nostro Paese, ma migliori rispetto alla media nazionale e tendenzialmente in crescita.

Qualità del percorso di studi e qualità occupazionale dei laureati Cpo: efficaci ed esigenti
I laureati Cpo si laureano prima e meglio:
– il percorso di studi dura mediamente 2,5 anni (contro la durata media nazionale di 2,8 anni),
– l’età media della laurea è di 26,4 anni, conformemente agli obiettivi della riforma (contro un’età media dei laureati nazionali nella stessa classe di laurea di 29,1 anni) e
– il voto medio di laurea è elevato: 109,3 contro la media nazionale di 106.
I laureati Cpo ritengono che la laurea magistrale che hanno conseguito sia efficace nel lavoro svolto (molto + abbastanza) nell’81,3% dei casi, contro la media nazionale del 68,7%. Il loro grado di soddisfazione medio del lavoro svolto è di 6,4, leggermente inferiore al 6,7 medio nazionale – potenziale segnale di un profilo di laureato non solo preparato ma anche esigente e carico di aspettative conformemente alla sua preparazione.

Continuiamo così 🙂


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: